Raccontare lo Studio…

Prendendo una posizione e seguirla…

I social e il mobile web, rendono possibile una comunicazione diversa, emotiva e relazionale tanto da dover ripensare i messaggi in maniera più sensibile ed intellettuale. Conquistare un Paziente comunicando le proprie competenze professionali è un metodo complesso e poco efficace, non si può iniziare dall’obiettivo, non arriva, ci vuole un percorso. E’ ovvio infatti che  che è questo il messaggio da trasmettere ma il mezzo per raggiungerlo deve ricercarsi nell’ambito della emozione e della relazione. Non c’e alcun dubbio. Come ben sapete, nessun paziente vi chiederà informazioni sulle tecniche cliniche che state adottando nel percorso terapeutico proposto, nessun paziente vi chiederà quali materiali state utilizzando o la marca dell’impianto che state mettendo. Conquistare la sua attenzione e la sua fiducia per arrivare al legame con lo Studio. Come si diceva, oggi i mezzi sono molti e molto efficaci ma non bisogna utilizzarli più per trasmettere solo idee ma anche ideali.E qui entriamo in un territorio davvero complesso: Per trasmettere ideali bisogna sentirli, per sentirli dobbiamo averne, per averne è necessario dire la verità, per dire la verità dobbiamo dire chi siamo davvero. Le persone ci scelgono per ciò che siamo e per ciò che facciamo per loro, anche in senso immateriale, in termini di valori, emozioni e umanità. In fondo i nostri rapporti migliori sono quelli basati sulla fiducia, reciprocità e lealtà. Non è così..? Ma come si può ottenere la giusta attenzione? Come si può sviluppare lo Studio attraverso i beni di relazione..?La risposta è provocatoria, ma ci sta: Non piacere a tutti. Proprio così. La comunicazione, quando diventa relazione richiede una posizione precisa. Bisogna schierarsi, seguire una linea e mantenerla. sempre. Al contrario si rischia di esser presto smascherati e ri-conosciuti come uno Studio solo attento al mercato e alle tendenze del momento. Trasformane i luoghi di lavoro in luoghi di incontro, dedicare spazi alla cultura, creare ambienti nei quali migliorare i rapporti nel gruppo di lavoro, essere presenti sul territorio in modo reale , sono tutte iniziative lontane dal profitto e dal “core service” e questo può non piacere proprio a tutti ma senza dubbio colpisce chi apprezza la sensibilità di chi “non fa finta di niente” e vuole utilizzare il suo brand per dire anche altro. Prendere una posizione su temi attuali è importante .Anche gli ideali infatti stanno diventando una moda, la “social responsability” vede oggi molte aziende impegnate. Questo à bello. Ma solo quando è vero! Bisogna dire la verità ed essere coerenti, solo così la comunicazione che dirige la sua forza su valori, sull’attenzione all’altro e sul rispetto non può esser vista come una semplice “mossa” strategica. E se così fosse..Ben venga il marketing..!